I COSMETICI PENETRANO COMPLETAMENTE NELLA PELLE?

I COSMETICI PENETRANO COMPLETAMENTE NELLA PELLE?
NO.
La pelle è costituita da 3 strati:
epidermide, costituita a sua volta da 5 strati, in cui il più superficiale prende il nome di strato corneo, il quale è impermeabile all’acqua. È priva di vasi sanguigni e dipende perciò dal derma sottostante. È la prima barriera contro le aggressioni esterne e la disidratazione.
derma, sede di vasi sanguigni, si occupa del sostegno e del nutrimento e difende il corpo dalle aggressioni esterne.
ipoderma in cui troviamo gli adipociti. È ricco di sostanze liposolubili e svolge funzioni di riserva nutritiva, sostegno meccanico e isolamento termico.
La prima funzione della pelle è la funzione BARRIERA, e quando pensiamo alla penetrazione delle sostanze ci riferiamo proprio a questa. Controlla la perdita di sostanze biologiche e limita l’ingresso di sostanze dall’esterno.
Il principale ostacolo alla penetrazione delle sostanze è dato dalla membrana cellulare dello strato corneo.

DA COSA DIPENDE LA PENETRAZIONE DI UNA SOSTANZA NELLA PELLE?
🔹Integrità della pelle. Una pelle integra fa penetrare meno sostanze rispetto ad una pelle fragilizzata.
🔹Idratazione della pelle. Una pelle idratata consente una maggior penetrazione.
🔹Temperatura della pelle. La temperatura elevata consente una maggior penetrazione delle sostanze.
🔹Dimensione molecolare della sostanza. Le molecole grandi, di dimensioni superiori ai 500 Dalton non penetrano nella pelle.
🔹Idrofilia/idrofobia. Le sostanze solubili in olio penetrano meglio di quelle solubili in acqua
🔹Ionizzazione. Le sostanze ionizzate penetrano con più difficoltà.
🔹Struttura fisica. A parità di peso molecolare una molecola con forma raggomitolata penetra con più facilità rispetto ad una molecola rigida.
Altro fattore da considerare è il veicolo. Considerando che la penetrazione si misura in milligrammi per centimetro quadrato per unità di tempo e che quel tempo sia ore e non minuti, difficilmente i prodotti destinati ad essere risciacquati riusciranno a penetrare nella pelle, mentre ad esempio una crema idratante si.
Inoltre nella formula ci possono essere ingredienti che favoriscono la penetrazione e sono in genere oleosi, di origine sintetica o naturale o contenenti gruppi OH. Esempi ne sono l’etanolo e l’olio di jojoba.

LA PENETRAZIONE DELLE SOSTANZE È PERICOLOSA?
Occorre fare un’importante distinzione tra PENETRAZIONE e ASSORBIMENTO.
Una sostanza, per essere assorbita, deve raggiungere il circolo sanguigno e venire assorbita da esso. Ma se un cosmetico penetra solamente attraverso gli strati superiori della pelle, verrà alla fine rimosso come parte delle cellule morte della pelle. Per rappresentare un rischio sistemico dovrebbe essere assorbito dal flusso sanguigno e il cosmetico, per legge, non può entrare in circolo.

VIE DI PENETRAZIONE
🔹Intercellulare, sfruttata perlopiù da molecole lipofile a basso PM e dalle nanoparticelle.
🔹Transcellulare, impiegata da molecole capaci di integrarsi nel doppio strato fosfolipidico della membrana dei corneociti.
🔹Intrafollicolare, utilizzata generalmente da molecole di grandi dimensioni.
🔹Polare, utilizzata da sostanze quali ad esempio il saccarosio.

CONCLUSIONI
La pelle svolge una funzione BARRIERA e non è semplice per le sostanze penetrare attraverso di essa, occorre che la sostanza abbia una data dimensione e una certa lipofilia.
Quindi se sentite dire frasi tipo “la nostra pelle assorbe tutto ciò che applichiamo”, o “tutto ciò che applichiamo sulla pelle viene assorbito dal flusso sanguigno”, sappiate che NON è vero.

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on print
Share on email
Torna su