MAL DI PRIMAVERA? NO GRAZIE

La primavera è la stagione del risveglio, le giornate si allungano e la temperatura si fa più mite.

Ma se da una parte la primavera è una sferzata di energia, dall’altra sempre più persone risentono di questo cambiamento accusando stanchezza, insonnia, disattenzione, irritabilità, ansia e in alcuni casi malinconia.

Questo è dovuto alle mutazioni climatiche che influiscono sull’organismo, in particolare le variazioni di luce e temperatura che portano ad una maggior produzione di cortisolo (ormone dello stress) per soddisfare l’aumentata richiesta di energia da parte dell’organismo in seguito alla fine dell’inverno.

Come possiamo affrontare allora quello che viene definito “mal di primavera”?

Ecco alcuni consigli:

– Assicurati il giusto riposo notturno

Dormire 7-8 ore a notte.

– Alimentazione

Una buona e sana colazione è la partenza ideale. Evita di consumare zuccheri semplici ma preferisci cereali integrali ed il giusto apporto di proteine e frutta. Non saltare i pasti e non abbuffarti (aumenta la spossatezza). Bevi almeno 1-2 litri di acqua al giorno e apportare il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine. Tra le vitamine, molto importanti, sono le vitamine del gruppo B impegnate nei processi metabolici (produzione di energia). Si trovano soprattutto in uova, carne, pesce e ortaggi a foglia verde.

Se ti piace il pesce, prediligi il pesce azzurro o il salmone in quanto ricchi di Omega-3 che combattono la sensazione di affaticamento.

– Prenditi cura del tuo intestino

Il nostro intestino è sensibile ai cambiamenti climatici e nel cambio di stagione è possibile sperimentare sintomi quali diarrea, costipazione, dolore addominale e disbiosi (squilibrio del microbiota intestinale).

Utile quindi l’impiego di probiotici a partire da tre settimane prima del cambio di stagione.

– Imposta la tua giornata

Datti delle regole, stabilisci degli obiettivi e non divagare.

– Sei in smartworking?

Non rimanere in pigiama tutto il giorno ma vestiti e preparati come se dovessi recarti in ufficio.

– Coccolati

Dedica più tempo e attenzione a te stesso/a. Trova un po’ di tempo per meditare, leggere, ascoltare musica o dedicarti al tuo hobby preferito.

Passa più tempo all’aria aperta. La luce solare stimola la produzione di vitamina D, necessaria per mantenere alto il tono dell’umore.

– Attività fisica

Fai almeno 30 minuti di attività fisica al giorno, compatibilmente con le tue possibilità.

Prediligi l’attività aerobica a bassa intensità e a lunga durata (camminate, bici,ecc) e praticala con costanza almeno 3-4 volte a settimana.

L’attività fisica stimola la produzione di endorfine, ossia neurotrasmettitori che donano serenità e benessere.

– Vestiti a “cipolla”

Gli sbalzi di temperatura sono nemici del nostro benessere, per questo vestirsi a strati previene il problema.

Se questi accorgimenti ancora non bastassero, esistono in natura delle sostanze naturali definite adattogeni, le quali rinforzano in modo aspecifico la capacità di adattamento e di resistenza agli stressor, migliorando tono ed energia.

I principali adattogeni sono Ginseg americano, Ginseng asiatico, Eleuterococco, Bacopa monniera e Rodiola rosea.

Ginseng ed Eleuterococco possono lavorare in sinergia: il Ginseng lavora su tono ed energia nel piano mentale e fisico mentre mentre l’Eleuterococco ha una maggior azione a livello mentale aumentando la concentrazione.

Altro integratore adatto alla stagione è la Pappa Reale la quale contribuisce a ridurre la stanchezza e l’affaticamento.

Va ricordato che ognuno ha la sua storia e le sue esigenze, pertanto prima di acquistare un integratore, chiedi ad un esperto il quale ti saprà indicare il prodotto più adatto a te.

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on print
Share on email
Torna su